aprile 27, 2018

Libro o film? Il caso “Tredici” (Part 1)

administrator No comments
Ogni volta che un libro che amiamo viene trasformato in una serie tv o un film, tutti i fedeli cominciano subito a dissezionare il nuovo adattamento per vedere cosa sia cambiato. Molte volte, nel tempo ristretto di un film di un paio d’ore, o persino una serie TV da dieci ore (parliamo proprio di te, Il trono di spade), significa la perdita di molti dettagli. L’opposto si è invece realizzato per quanto riguarda la serie TV Netflix “tredici”, basata sul libro di Jay Asher. La serie è stata create con 13 episodi della durata di un’ora ciascuno, il che significa che ogni lato delle cassette di Hannah riceve la sua meritata spiegazione. A parte il finale della storia, ci sono un sacco di differenze sostanziali tra la serie tv ed il libro- alcune più piccole, altre che hanno davvero cambiato il corso del racconto.
Vi avvertiamo, questo articolo contiene parecchi spoiler su “Tredici”.
  1. Clay ci mette parecchio tempo ad ascoltare le cassette di Hannah
Nel libro invece, Clay ascolta tutti I 13 lati delle cassette lasciate da Hannah in una sola lunga note, principalmente alimentata da caffè, mentre nella serie TV, ci mette molto più tempo. Nel secondo episodio della serie; Tony gli dice persino che “fino ad ora è il più lento” tra tutte le persone che hanno ascoltato le cassette.
2. I social media giocano una parte importante nella storia
Quando il libro è stato pubblicato per la prima volta, nel 2007, Facebook e Twitter già esistevano ma non erano per nulla popolari come lo sono adesso (E Instagram non sarebbe esistito per almeno altri tre anni). Nel libro invece, pare che I pettegolezzi vengano sparsi in un modo parecchio all’antica, attraverso il passaparola, mentre nella serie tv, immagini e pettegolezzi vengono fatti circolare attraverso messaggi di testo, social media, e Hannah stessa si lamenta di come cose come Facebook ci abbiano resi tutti dei veri e popri stalker.
  1. Tony segue Clay per controllare I suoi progressi nell’ascolto fin dal principio.
Clay scopre che Tony lo sta osservando fin dal primo episodio. Nel libro invece, la scoperta di Clay avviene non prima della quarta cassetta, che è anche il primo momento in cui Tony gli parla del fatto di aver rubato il suo Walkman.
  1. I genitori di Hannah hanno deciso di denunciare la scuola
I Bakers appaiono a malapena nel libro, mentre nell’adattamento realizzato da Netflix hanno un vero e proprio punto di vista e una storyline soddisfacente nel corso delle puntate. Loro credono che la scuola avesse dovuto prestare più attenzione nel prevenire la morte di Hannah, e la signora Baker (Kate Walsh) in particolare fa alcune ricerche meticolose per capire cosa stesse accadendo in quel momento alla Liberty High. In un episodio, lei entra nei bagni della scuola per poi scoprire dei messaggi carichi di odio e terribili parole incisi su tutti i muri, e riesce anche a trovare la lista di cui Hannah parla in una delle sue cassette. Oltretutto, nella storia raccontata da Netflix, è proprio la madre di Clay a rappresentare la scuola in quanto avvocato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *